Da alcuni anni nel web perversano annunci di questo genere che promettono prestiti a tassi agevolati e soprattutto in poche ore

Da una indagine effettuata tutto ciò risulta essere falso e molto pericoloso che porta il cliente oltre a non ricevere il prestito in poche ore ma anche a ricevere minacce e ricatti da parte di funzionari bancari, da intermediari, da società finanziarie, che continuamente chiedono il versamento anticipato di somme di denaro per non meglio precisate spese.

È una catena difficile da interrompere in quanto trova nelle istituzioni locali, nelle banche locali, europee e italiane complicità diretta o indiretta, da notai ed avvocati che porta il cliente ad indebitarsi per effettuare i pagamenti sempre più onerosi richiesti al fine di ottenere il prestito che non arriva mai.

Il paese dove è maggiormente presente questo sistema di truffe (vedi documenti) e dove trovano domicilio tutti i truffatori è la Repubblica del Benin (immagine laterale). 

Il plagio, svolto da finanziatori con la complicità di Direttori Generali e loro collaboratori di banche che negano ai clienti la visione dei propri dati,  è la forma più comune e costante in queste pseudo pratiche di finanziamento che promettono l’immediata erogazione del denaro previa una richiesta di versamento di una piccola somma a titolo di spese che successivamente diventano somme di denaro considerevoli che porta il cliente in una situazione di stallo nel tempo e ricattabile con ulteriori richieste di versamenti per delle spese se si vuole ottenere il prestito richiesto.

È in questa fase che al primo accenno di difficoltà nel pagare le continue richieste di spese è ormai difficile sottrarsi a causa della paura di perdere tutto quello già versato che si materializzano i messaggi di ricatti “ con questa attitudine vedremo chi perderà di più”……..”in questo tipo di casi, vedremo chi perderà di più” oltre che alla comparsa di documenti che riportano assicurazione che l’ulteriore pagamento richiesto è ultimo ma invece poi risulta essere un falso che non potrà mai essere contestato a nessuno.

Più volte si è proceduto ad avvisare le autorità competenti locali, l’ambasciata italiana nel paese, l’interpol, le banche italiane, europee e africane coinvolte senza ottenere alcuna risposta in merito.

Questo sistema di truffa, che sembra non suscitare l’interesse di alcuna autorità tanto è vero che si permette ancora di mettere on line annuncio come quello posizionato all’apertura di questa documentazione, si è dimostrato molto pericolo e anche ancor di più del classico strozzinaggio che a differenza viene giustamente condannato. La differenza sostanziale tra i due sistemi è che nel primo il cliente non conosce i suoi interlocutori, viene ricattato e minacciato a pagare somme di denaro in conto anticipo di un prestito che non riceverà mai, nel secondo ossia nello strozzinaggio il cliente conosce il suo interlocutore, riceve il prestito senza alcun esborso di denaro anticipato e conosce esattamente quanto deve restituire e in quanto tempo.

Vi invito a segnalarmi qualsiasi truffa e metto a disposizione tutti i documenti in mio possesso.

visualizza i messaggi integrali tra il cliente e il DG          visualizza i messaggi integrali tra il cliente e il capo divisione prestiti